LUIGIBOCCILLI

La BERLikkeide

IL “PORCO” PER ECCELLENZA


     In oltre 230 sonetti romaneschi osservo il Porco nazionale (e qui non posso non chieder venia per essere stato troppo… delicato) in alcuni suoi più significativi momenti esistenziali.

     Momenti negativamente condizionanti gli ultimi vent'anni, nel corso dei quali altro non ha fatto che fasse… li cazzi sua, sempre con  la malefica accortezza di promettere e promettere questo mondo e quell'altro, ma in realtà combinando solo guai!

     Un uomo che ho dunque il piacere di disistimare nella sua interezza, lieto di vederlo finalmente disintegrarsi  agli occhi dei più, pur se tuttora esaltato dai poveri Beoni, oltre – ovviamente! – da chi continua a… papparci.

     Ci penserà  la storia a ricordarlo per quello ch'è stato e… ch'è, per pusillanimità.

     Puah!…

     Puah!…