RE GIORGIO


«Il Re d'Italia Umberto II di Savoia, con la Contessa di Napoli generò come figlio illegittimo il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, membro della Massoneria e dell'Aspen Institute».

Cristiano Lovatelli Ravarino

(http://gek60.altervista.org/2012/08/genealogia-del-presidente)


Carlo Azeglio Ciampi

(da forum.giovani.it, 4 novembre 2009).


Ma ancora più significativo è l'ammonimento lanciato a “Re Giorgio’” dal Senatore a vita Carlo Azeglio Ciampi (che quella stessa carica aveva – in ben altro modo!… – ricoperto nel precedente Settennato), di smetterla di firmare leggi tanto aberranti e persino… incostituzionali.


«Ciampi avverte Napolitano: stavolta non firmare... è troppo! Come già ho avuto modo di scrivere a suo tempo (e avevo ragione, stando alla Corte costituzionale), il Presidente Napolitano non sta facendo bene il suo lavoro. Mi spiace dirlo ma è così. La firma dello scudo fiscale e soprattutto del cosiddetto “lodo Alfano” (incostituzionale) sono e restano fatti gravissimi ed inaccettabili. Il Capo dello Stato non può interpretare arbitrariamente la Costituzione, non potrebbe, inoltre, interrompere in maniera non motivata prassi costituzionali consolidate. Egli deve anzi custodirla e garantirla. Cosa che Napolitano, purtroppo, non sempre fa. Egli dovrebbe altresì garantire l'integrità nazionale e l'unità di tutti gli Italiani... e non credo che ciò possa essere fatto firmando in meno di 24 ore una legge manifestamente incostituzionale».


L'articolo prosegue:


«In poche parole: Napolitano sbaglia. E su questo non ci piove. Nonostante mi sia trovato in passato a volerne la candidatura a Presidente della Repubblica, ora devo purtroppo notare di essermi sbagliato. Spero tuttavia che Napolitano si rifiuti categoricamente di firmare la legge sul “processo breve” (cioè l'ammazzaprocessi: 9000 procedimenti a rischio solo a Roma). Se lo farà, potrò dire con fermezza che egli contribuirà allo sfascio definitivo del Paese. Mi spiace ma lo dirò».


Il che, detto da Ciampi…

Hompage.html
HomepageHompage.html